18 settembre 2010, Recensioni

Fedele al Vangelo nonostante il Vaticano. Un libro racconta la Chiesa che resiste

di Luca Kocci

C’è ancora la Chiesa del Vangelo, “nonostante il Vaticano”: è la Chiesa dei laici e dei preti che annunciano il messaggio di liberazione di Gesù e che lottano per la giustizia, insieme agli ultimi della Terra. È questa la Chiesa che racconta Gianluca Ferrara, napoletano, fondatore della casa editrice Edizioni Creativa e di Dissensi Edizioni, nel suo libro “Nonostante il Vaticano”, appena pubblicato dall’editore Castelvecchi (con prefazione di Beppe Grillo e contributi di Alex Zanotelli, Vitaliano Della Sala e Andrea Gallo, pp. 128, euro 12).

Una Chiesa che esiste – perché non c’è solo la “multinazionale che ha sede a Roma” e che “va a braccetto con i potenti”, come scrive Grillo nella prefazione –, sebbene faccia fatica ad emergere. Scrive Ferrara: sogno una Chiesa come quella auspicata dal card. Martini, povera, umile e “che non dipende dalle potenze di questo mondo”. Una Chiesa “tollerante nei confronti di chi ha tendenze sessuali diverse” e “amica delle donne”; “molto dura nei confronti di quei politici che, stravolgendo il messaggio di Gesù, non ascoltano le voci sofferenti dei disperati che approdano sulle nostre coste” e “severissima nei confronti di quella economia, anzi finanza, che sfrutta, affama e uccide”; una Chiesa “che denuncia le ricche industrie della morte che producono armamenti”, “che non si arroga il diritto di essere l’unica depositaria della verità” ma che “si arricchisce dal confronto con le altre religioni”, una Chiesa “che ascolta, rispetta e accoglie chi non crede”.

È la Chiesa di Gesù, che ha liberato Dio dalla religione e la fede dal tempio e dal potere. È la Chiesa di mons. Romero, di don Milani, di don Tonino Bello, di don Diana e don Puglisi e di “tutti coloro che hanno speso la vita per liberare l’uomo dall’oppressione dell’uomo”. Ed è la Chiesa di quei laici e “preti scomodi” – “schegge di Cristo”, li chiama Grillo – che annunciano e vivono il Vangelo di liberazione: don Andrea Gallo, don Vitaliano Della Sala e p. Alex Zanotelli (che partecipano al volume arricchendolo con tre contributi in appendice), ma anche don Luigi Ciotti, p. Daniele Moschetti che ha sostituito Alex Zanotelli a Korogocho, Pasquale Incoronato “che a Ercolano ha trasformato un luogo denominato cimitero della camorra in un’oasi cristiana”, e tanti altri che Gianluca Ferrara racconta con passione perché – scrive – “ci ricordano l’esistenza di una Chiesa alternativa, custode del vero messaggio di Gesù”.

(articolo tratto da “Adista notizie”, n 68 del 18 settembre 2010)

2 commenti per : Fedele al Vangelo nonostante il Vaticano. Un libro racconta la Chiesa che resiste

  • Vincenzo Piro

    il solito polpettone di banalità sulla Chiesa multinazionale bla bla bla, di contro ad una chiesa “tollerante con le donne” e “aperta a chi ha tendenze sessuali diverse”.Tanti temi dibattuti liquidati in poche battute, in nome di un’evidenza “moderna”,illuminata.
    Ma dov’è quest’evidenza?Forse solo nella superficialità di chi non vuole prendere sul serio le idee degli altri.

  • Giovanni Bianco

    E’un libro che fa riflettere, interessante (pur con qualche confutabile eccesso), e mi riferisco in particolare a tutti i summenzionati contributi, alcuni particolarmente importanti, ed al richiamato e condivisibile pensiero del Card.Martini. Occorre una lucida capacità critica sul senso della fede e sull’attuale ruolo della Chiesa, che non deve essere intesa come un “potere” e deve aprirsi al mondo, così come auspicato nei documenti conciliari.

Lascia un commento

 

 

Visitatori

  • 724676 visite totali
  • 237 visite odierne
  • 3 attualmente connessi