24 giugno 2013, Cultura - Politica e società - Recensioni

La crisi spiegata con Hegel e Fichte

di Francesco Bei

Dal sogno americano di una casa a portata di tutte le tasche, alla crisi dei mutui sub prime, dal default greco al meccanismo che la Bcen ha adottato a sostegno del sistema finanziario; c’è molto da imparare e da ricordare in questa Radiocronaca di una crisi di Antonio Preziosi. Quasi un manuale per giornalisti o per semplici risparmiatori, un utile  cassetta degli attrezzi per comprendere cosa è successo in questi anni in Italia, sui mercati e in Europa. L’autore la sa lunga, molti di questi eventi, e dei summit internazionali che hanno via via tentato di governare la crisi, li ha vissuti in prima persona come inviato, gli altri li ha “coperti” come direttore del Giornale radio Rai. L’esperienza non gli manca. Il libro consente anche di gettare uno sguardo di prospettiva sui processi ancora aperti e sulle possibili soluzioni. Con un’attenzione anche al sostrato culturale alla base di decisioni che, altrimenti, risulterebbero difficili da comprendere. Un solo esempio, il denso paragrafo sulla Germania, con riferimenti a Novalis, Hegel, Burke, Savigny e Fichte. Un saggio veloce e interessante che si fa perdonare gli eccessi laudatori sul ruolo del servizio pubblico Rai.

 

Antonio Preziosi, Radiocronaca di una crisi, RadioEri, 2013

 

 

(“La Repubblica”, 26 maggio 2013, “Rcult”)

Lascia un commento

 

 

Visitatori

  • 637044 visite totali
  • 131 visite odierne
  • 1 attualmente connesso