25 aprile 2019, Politica e società

25 aprile 2019, una riflessione

di Paul Ginsborg

Al termine del bellissimo Love and War in the Apennines di Eric Newby, basato sulla propria esperienza di prigioniere di guerra in fuga nel 1943, il contadino Francesco dice: ‘Ne abbiamo viste di brutte, cari miei, noi e i nostri figli. Speriamo di non vederle mai più, robe del genere’.

Effettivamente, ogni famiglia fu toccata e spesso scottata in modo irrimediabile dai conflitti della guerra e dai suoi molteplici fronti. Quando scrivo ‘famiglia’ in questo contesto intendo riferirmi non solo alle famiglie degli italiani, ma anche a quelle delle truppe alleate. Non dimentichiamo i giovanissimi americani, britannici, canadesi, neo-zelandesi, gurkha e così via – la lista è molto lunga e i loro cimiteri sul suolo italiano cosi bianchi, massicci, ordinati e silenziosi.

Detto questo, le distinzioni sono d’obbligo. Sia i ragazzi stranieri nei ranghi degli eserciti alleati sia i partigiani stavano combattendo per la democrazia, variamente declinata. I giovani Nazi-fascisti stavano combattendo invece per il nazismo e il fascismo. Ci sono convergenze – per esempio nell’amore della patria. Ma, alla fine dei conti, non poca è la differenza, che non va mai dimenticata né offuscata!

Lo storico comunista Paolo Spriano ha scritto che l’insurrezione nazionale del aprile 1945 fu ‘il momento della grande frattura con il passato … fu una spinta rivoluzionaria democratica dal segno inconfondibile e duraturo’. Ma questo è un giudizio che corrisponde più a quello che i partigiani volevano che fosse l’insurrezione, che non a ciò che essa effettivamente fu. Sotto tantissimi aspetti si riusciva a far le trasformazioni solo a metà, e ad ogni mese che passava, le possibilità diminuivano.

Adesso, molti decenni dopo, è arrivato un momento storico riguardante l’ambiente di straordinaria eloquenza. E dal lontano 25 aprile 1945 ci raggiunge un messaggio non tanto sul contenuto quanto sul metodo: agite con grande tempestività perché dopo non ci sarà né tempo né spazio.

(www.libertaegiustizia.it , 25 aprile 2019)

Lascia un commento

 

 

Visitatori

  • 628324 visite totali
  • 5 visite odierne
  • 1 attualmente connesso